pasta madre · pizze & focacce

Pizza al vino

Io sono molto curiosa, sono infatti una persona che si incuriosisce facilmente e specialmente in cucina amo sperimentare e provare nuovi sapori.
Qualche giorno fa ero a cena da mia zia e mi era sembrato di capire che un’altra mia zia facesse l’impasto della pizza con il vino.
Oltre quindi alla pizza alla birra avrei potuto sperimentare anche la pizza al vino.
Ovviamente ho provato e oggi vi presento questa ricetta davvero semplice e veloce da preparare.
La pizza al vino è profumata e saporita, ha una fantastica consistenza che ci permette anche di non spianarla con il mattarello e di lasciarla quindi un po’ più alta per farcirla internamente a nostro piacimento.
Per preparare qualcosa di diverso ho deciso di insaporire la pizza al vino cospargendola in superficie con dei semi di girasole e di semi di melone, garantendomi così anche una croccantezza decisamente accattivante.
Per preparare la pizza al vino ho utilizzato il mio lievito madre ma in alternativa potrete seguire ugualmente il mio tutorial sostituendolo con due grammi di lievito di birra.

Ingredienti:
dosi consigliate per due persone
30 gr di pasta madre già rinfrescata
300 gr di farina 0
15 gr di olio
4 gr di sale
100 ml di vino bianco
50 ml di acqua
olio evo aggiuntivo q.b.
semi di girasole q.b.
semi di melone q.b.

Tempo: preparazione 10″ circa – lievitazione 29 h – cottura 30″ circa
Difficoltà: bassa

Procedimento:
Sciogliere il lievito nell’acqua e mettere in una ciotola capiente la farina2

aggiungere l’acqua con il lievito nella ciotola contente la farina ed iniziare ad impastare3

quindi unire il vino e dopo averlo farlo fatto assorbire aggiungere anche l’olio5

4

impastare ed unire in fine anche il sale6

continuare a lavorare il tutto fino a formare un panetto al quale si dovrà apportare un taglio a croce sulla superficie7

8

coprire con della pellicola alimentare e lasciar lievitare per un’ora, quindi riporre in frigorifero e lasciar lievitare per ventidue ore, trascorse le quali togliere dal frigorifero e lasciar lievitare per altre otto ore circa
9

10

Il riposo dell’impasto in frigorifero fa si che la lievitazione e la maturazione dell’impasto vadano di pari passo e questo renderà la pizza al vino più leggera e digeribile e quando la stenderete l’impasto non tornerà indietro.
I tempi di lievitazione fuori dal frigorifero potrebbero comunque variare in base anche alla temperatura esterna perché il caldo aiuta la lievitazione e il freddo invece no.

Prendere quindi l’impasto lievitato e spianarlo con un mattarello oppure schiacciarlo con le mani direttamente in una teglia ben oliata e cospargerlo in superficie con olio e con i semi 11

e cuocere in forno caldo a 200° per circa trenta minuti o comunque fino a doratura.
A cottura ultimata sfornare la pizza al vinopizza al vino

pizza al vino

quindi tagliarla a metà e farcirla ad esempio con del salame14

Se questa ricetta ti è piaciuta condividila e seguimi sui socialpizza al vino

Rispondi