Primi piatti di terra

Pasta al ragù bianco di cinghiale

Qualche anno fa preparare una pasta in bianco per me sarebbe stato davvero difficoltoso, con il tempo e con tanta pratica invece ora lo trovo un gioco da ragazzi.
Infatti dopo aver preparato il cinghiale in umido ho deciso di preparare la pasta al ragù bianco di cinghiale.
La preparazione di base è ovviamente invariata, la cottura invece avviene senza pomodoro ma l’utilizzo delle piante aromatiche è di rigore.
La pasta al ragù bianco di cinghiale è davvero eccezionale e saporita e se devo essere sincera non so fra le due versioni quella che mi piace di più…

Ingredienti:
dosi consigliate per sei persone
1300 gr di cinghiale macinato
1 L di vino di rosso
alloro q.b.
salvia q.b.
rosmarino q.b.
350 ml di birra
1 carota
1 cipolla
acqua q.b.
sale q.b.
olio evo q.b.
400 gr di pasta

Tempo preparazione 10′ – 12h marinatura – cottura 2h e 30′
Difficoltà: bassa

Procedimento:
Porre il macinato di cinghiale, le erbe aromatiche e il vino in una busta per alimenti e lasciar marinare per dodici ore in frigorifero1

2

trascorse le quali scolare la carne e sciacquarla sotto l’acqua3

pulire la carota e la cipolla e tagliarle finemente, quindi unirle in una pentola capiente con l’olio4

far soffriggere per circa cinque minuti ed aggiungere la carne6

e iniziare a cuocerla mescolando ogni tanto e nel frattempo preparare le erbette legandole insieme con dello spago da cucina5

dopo aver fatto cuocere la carne per circa cinque minuti sfumare con la birra, regolare di sale e aggiungere le erbette appena preparate7

continuare la cottura mescolando ogni tanto ed aggiungendo un po’ d’acqua per non far asciugare il ragù
8

9

dopo circa due ore il ragù sarà pronto10

cuocere quindi la pasta in acqua bollente salata 11

e a fine cottura mancare con il condimento12

quindi impiattare e servire.
Se la ricetta della pasta al ragù bianco di cinghiale ti è piaciuta condividila e seguimi sui socialpasta al ragù bianco di cinghiale

Rispondi