Festività - Pasqua, Primi piatti di terra

Pennette con asparagi

Qualche giorno fa ho ricevuto in dono degli asparagi selvatici, questo ortaggio cresce spontaneamente in natura ma lo si coltiva anche.
L’asparago è una pianta officinale, ha proprietà diuretiche e contiene inoltre delle sostanze, le saponine, che ci proteggono dal cancro al colon. Ovviamente nell’asparago selvatico queste sostanze benefiche sono maggiori, ma per poterne beneficiare appieno, sarebbe bene includere assiduamente nella nostra alimentazione il consumo di questo ortaggio.
Le proprietà nutritive degli asparagi non si distruggono durante la preparazione però si disperdono nell’acqua di cottura, quindi è preferibile cuocerli rapidamente in padella.
Ed è proprio così che ho preparato le mie pennette con asparagi.
Un piatto veloce e genuino che vi entusiasmerà tantissimo, ecco come prepararlo.

Ingredienti:
dose consigliata per due persone
200 gr di asparagi selvatici o coltivati
1 scalogno
olio evo q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.
200 gr di pennette pasta di Gragnano

Tempo: preparazione 15″ circa – cottura 15″ circa
Difficoltà: bassa

Procedimento:
Sciacquare gli asparagi sotto acqua corrente e metterli a scolare
3

pulire lo scalogno e tagliarlo finemente e metterlo in una padella capiente insieme ad abbondante olio
4

se avrete degli asparagi selvatici: tagliarli a pezzi partendo dalle punte finche li sentirete morbidi sotto il taglio del coltello e scartare quindi la parte più dura
se avrete degli asparagi coltivati: partendo dalla base e arrivando fino alla loro metà, tagliare via la corteccia esterna arrivando alla parte “bianca” dell’ortaggio e tagliarli quindi in pezzi

Aggiungere gli asparagi appena preparati nella padella contenete l’olio e lo scalogno
5

regolare di sale e cuocere a fuoco medio basso per circa dieci minuti mescolando ogni tanto
6

Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata.
Quando la pasta sarà a metà cottura aggiungere due mestoli di acqua di cottura agli asparagi e iniziare a farli bollire con quest’acqua
7

e dopo un paio di minuti aggiungere anche la pasta tenendo da parte un po’ d’acqua di cottura.
Mantecare la pasta aggiungendo, se occorre, l’acqua di cottura e un po’ d’olio e mantecare terminando la cottura
8

quindi impattare e servire con una spolverata di pepe nero e un filo d’olio
2

1

Se questa ricetta ti è piaciuta seguimi su Facebook, clicca su MI PIACE sul topic posto in fondo a questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *