Contorni, Ricette Salentine

Rapi ‘nfucati

Per noi che per svariati motivi abbandoniamo la terra natia le origini sono fondamentali per la nostra sopravvivenza.
Come sapete io ritrovo i profumi della mia terra e della mia famiglia proprio attraverso la cucina, con i piatti salentini infatti accorcio le distanze e oltre al corpo nutro anche il mio spirito.
La ricetta ” ti li rapi ‘nfucati” mi ha infatti riportato in casa mia, il profumo era proprio quello che si sentiva quando mio padre le preparava.
Il nome di questo piatto, letteralmente “rape strozzate”, deriva dalla modalità di cottura molto singolare, le rape infatti vengono cotte in padella in un leggero soffritto di olio e cipolla, e vengono poi coperte del tutto in modo da cuocersi con il vapore e con la loro acqua.
Per via del suo sapore deciso questo contorno può accompagnare piatti a base di carne, oppure potrete consumarlo per cena accompagnando le rape con del buon pane.

Ingredienti:
dosi consigliate per due persone
650 gr di rape
1 cipolla dorata
olio evo q.b.
sale q.b.

Tempo: preparazione 10′ – cottura 35′ circa
Difficoltà: bassa

Procedimento:
Pulire e lavare le rape senza però farle sgocciolare a lungo1

sbucciare la cipolla e tagliarla finemente ed unirla con l’olio in un padella capiente2

far imbiondire la cipolla per circa tre minuti 3

quindi aggiungere le rape, regolare di sale e chiuderle con il coperchio, ovviamente bisognerà un po’ forzare la mano, comunque le rape si abbasseranno quasi subito e per racchiuderle per bene sotto il coperchio aiutatevi con una mestolo5

6

e cuocere a fuoco bassissimo girandole ogni tanto per circa trenta minuti7

A cottura ultimata servire li rapi ‘nfucati ancora calde o tiepiderapi nfucati

Se la ricetta ti li rapi ‘nfucati ti è piaciuta condividila e seguimi sui socialrapi nfucati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *